Aggiornamenti in Ematologia by Xagena

Ematologia.net – Ematologia

Newsletter Ematologia, Aggiornamenti in Ematologia, Novità in Ematologia, Newsletter OncoEmatologia, Aggiornamenti in OncoEmatologia, Novità in OncoEmatologia, Xagena
Focus

Caplacizumab induce una rapida risposta nella porpora …
Aranesp

Risultati ricerca per “Aranesp” … di Darbepoetina alfa ( Aranesp …
Farmaci

Farmaci per la riduzione del peso … Il rischio cardiovascolare dei …
Tripla terapia intratecale da …

Tripla terapia intratecale da sola con omissione delle radiazioni …
More Links

More Links. Alemtuzumab · Anemia falciforme · Anemia …
Immunoglobuline per via …

Immunoglobuline per via endovenosa ed eventi avversi …

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

 Top News / Novità nel trattamento dei linfomi

Linfomi: terapie personalizzate associando a inibitori farmacologici di BCR la Rapamicina

Alcuni meccanismi attraverso i quali la proteina BCR controlla la crescita di forme aggressive di linfoma non-Hodgkin sono stati individuati da ricercatori dell’IFOM di Milano. Dai risultati è emersa …

Mieloma multiplo

Mieloma multiplo: Daratumumab, un anticorpo monoclonale anti-CD38, nei pazienti con resistenza ad altri trattamenti

Daratumumab ( Darzalex ), primo di una nuova classe di anticorpi monoclonali che per la prima volta, grazie ad un meccanismo d’azione completamente nuovo, può sia stimolare il sistema immunitario, sia …

Leucemia

Leucemia linfoblastica acuta: Pegasparaginasi, una L-Asparaginasi a lunga emivita

La Pegasparaginasi ( Oncaspar ) è una forma pegilata della L-asparaginasi, noto trattamento della leucemia linfoblastica acuta ( LLA ): la pegilazione prolunga l’emivita della L-Asparaginasi per …

Emofilia

Emofilia A con inibitori: risultati positivi con Emicizumab, somministrato una volta a settimana per via sottocutanea in adulti e adolescenti

I dati dello studio HAVEN 1, una sperimentazione di fase III volta a valutare la profilassi con Emicizumab somministrato una volta a settimana per via sottocutanea in adulti e adolescenti affetti da e …

Emofilia A acquisita: il Fattore VIII di origine porcina associato a bassa reattività nei confronti degli anticorpi diretti contro il FVIII umano

L’emofilia A acquisita è una malattia ultra-rara che colpisce 1.5 persone su 1 milione. Una patologia poco conosciuta e potenzialmente letale, che colpisce silenziosamente anziani e donne post-partum, …

MediExplorer.it :: Motore di Ricerca in Medicina

Leucemia linfoblastica acuta: in Europa approvato Besponsa

La Commissione Europea ha approvato Besponsa ( Inotuzumab ozogamicin ) per il trattamento, in monoterapia, di pazienti adulti con leucemia…

Rischio di secondo tumore nei sopravvissuti a linfoma di Hodgkin e influenza della storia familiare

Sebbene i progressi nel trattamento del linfoma di Hodgkin abbiano portato a un miglioramento della sopravvivenza libera da malattia, questo…

La terapia CAR-T promettente nei pazienti con mieloma multiplo

I risultati di uno studio di fase 1 hanno mostrato che tutti i pazienti con mieloma hanno risposto al trattamento…

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

Top News /  Rivelato il meccanismo alla base della proliferazione delle cellule B leucemiche

Leucemia linfatica cronica, alla base recettori difettosi

La leucemia linfatica cronica è la forma di leucemia più frequente negli adulti e comporta la duplicazione incontrollata di cellule del sistema immunitario ( linfociti B ), che si diffondono nel sangu …

Focus: Nuova terapia per linfoma di Hodgkin classico

Linfoma di Hodgkin classico, la Commissione europea ha approvato Keytruda

La Commissione Europea ( EC ) ha approvato Keytruda ( Pembrolizumab ), anticorpo monoclonale anti-PD-1, per il trattamento dei pazienti adulti con linfoma di Hodgkin classico ( cHL ) refrattario o rec …

ASCO Meeting

La terapia CAR-T promettente nei pazienti con mieloma multiplo

I risultati di uno studio di fase 1 hanno mostrato che tutti i pazienti con mieloma hanno risposto al trattamento con terapia CAR-T ( Chimeric Antigen Receptor T-cell ) specifico per BCMA. Le tera …

News

Approccio immunoterapico nel trattamento della leucemia linfoblastica acuta: Blinatumomab, un anticorpo bispecifico

Nel trattamento della leucemia linfoblastica acuta ( LLA ) le opzioni terapeutiche sono molto limitate. Blinatumomab ( Blincyto ) è il primo e unico anticorpo monoclonale bi-specifico, che si avvale d …

Linfoma di Hodgkin classico: approvato negli Stati Uniti l’anticorpo monoclonale anti-PD-1 Pembrolizumab

I risultati dello studio KEYNOTE-087 hanno mostrato che la maggior parte dei pazienti con linfoma di Hodgkin classico, un tumore di difficile trattamento, ha risposto alla terapia con Pembrolizumab ( …

Malattie ultra-rare: Emofilia A acquisita causata da anticorpi che neutralizzano il fattore VIII della coagulazione, efficacia di Susoctocog alfa

Efficacia, profilo di sicurezza e personalizzazione del trattamento tramite la misurabilità dell’attività del fattore VIII del paziente sono i risultati ottenuti con Susoctocog alfa ( anche noto come …

MediExplorer.it :: Motore di Ricerca in Medicina

Imbruvica nel trattamento della leucemia linfatica cronica, linfoma a cellule mantellari, e nella macroglobulinemia di Waldenström

Imbruvica è un medicinale antitumorale usato per il trattamento dei seguenti tipi di tumore ematico che riguardano un tipo di…

Interruzione di Imatinib nei pazienti con leucemia mieloide cronica

Imatinib ( Glivec ) può tranquillamente essere interrotto nei pazienti con leucemia mieloide cronica ( CML ) che hanno avuto…

Empliciti, associato a Lenalidomide e Desametasone, nel trattamento del mieloma multiplo già trattato

Empliciti è un medicinale per il trattamento del mieloma multiplo, un tumore del midollo osseo. È impiegato in combinazione con…

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

Top News / Immunosoppressione e insorgenza di linfomi e altri disordini linfoproliferativi associati a virus EBV – FDA: terapia fortemente innovativa per EBV-CTL

L’immunoterapia con cellule T appare efficace nella malattia linfoproliferativa EBV-correlata dopo trapianto di cellule staminali ematopoietiche

Una immunoterapia basata su cellule T ha indotto risposta nella maggior parte dei pazienti affetti da malattia linfoproliferativa associata a virus di Epstein-Barr ( EBV ) non-responder al trattamento …

Focus On: Trapianto di cellule staminali ematopoietiche

I pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche presentano un più alto rischio di tumori maligni cutanei

Uno studio ha mostrato che i pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche hanno presentato un aumento del rischio di neoplasie maligne cutanee. E’stata condotta una revisione …

Riattivazione del virus HBV dopo trapianto di cellule staminali ematopoietiche

E’stato riscontrato un elevato tasso di riattivazione della infezione da virus dell’epatite B ( HBV ) nei pazienti naive al trattamento ( mai trattati ) sottoposti a trapianto di cellule staminali ema …

News

Carfilzomib, Lenalidomide e Desametasone per il mieloma multiplo recidivato

Lenalidomide più Desametasone è un trattamento di riferimento per il mieloma multiplo recidivato. La combinazione dell’inibitore del proteasoma Carfilzomib ( Kyprolis ) con Lenalidomide ( Revlimid ) …

Espressione di PTCH1 alla diagnosi predice il fallimento di Imatinib in pazienti affetti da leucemia mieloide cronica in fase cronica

L’inibitore della tirosin-chinasi ( TKI ) Imatinib ( Glivec, Gleevec ) ha rivoluzionato la gestione della leucemia mieloide cronica. Tuttavia, circa il 25% dei pazienti non riesce a mantenere una risp …

Ruxolitinib versus terapia standard per il trattamento della policitemia vera

Ruxolitinib ( Jakavi ), un inibitore delle Janus ( JAK ) chinasi 1 e 2, ha dimostrato di dare un beneficio clinico ai pazienti con policitemia vera in uno studio di fase 2. È stato condotto uno st …

Blocco di PD-1 con Nivolumab nel linfoma di Hodgkin recidivato o refrattario

Studi preclinici suggeriscono che le cellule di Reed-Sternberg sfruttino la via di morte programmata 1 ( PD-1 ) per eludere il rilevamento da parte del sistema immunitario. Nel linfoma di Hodgkin cl …

Terapia a base di Bortezomib per linfoma a cellule del mantello di nuova diagnosi

L’inibitore del proteasoma Bortezomib ( Velcade ) è stato inizialmente approvato per il trattamento del linfoma a cellule del mantello recidivante. Uno studio ha verificato se la sostituzione con …

Farmacovigilanza

Trattamento del mieloma multiplo: possibili rischi epatici, polmonari e cardiaci della Pomalidomide

L’AIFA ( Agenzia Italiana del Farmaco ) ha informato gli operatori sanitari su problemi di sicurezza riguardanti Pomalidomide ( Imnovid ) e i nuovi rischi: grave epatotossicità, malattia polmonare int …

Newsletter :: Medicina basata sull’Evidenza :: Evidence-based Medicine 

Evidence-based Medicine – EBM, una branca della Medicina che si propone di facilitare le decisioni diagnostiche e terapeutiche, con risvolti anche nella gestione delle risorse economiche

Higher risk of silent infarction in the brain on MRI after carotid angioplasty and stenting in comparison with carotid endarterectomy

Silent infarction in the brain can be detected in around 34% of patients after carotid endarterectomy ( CEA ) and 54% after carotid angioplasty and stenting ( CAS ). A study has compared the risk of …

Chronic venous insufficiency: manual lymphatic drainage treatment ameliorates CVI severity and related edema, symptoms, and pain HRQOL

The objective of a single-blind randomized controlled trial was to evaluate the efficacy of manual lymphatic drainage ( MLD ) in improving health-related quality of life ( HRQOL ), symptomatology, and …

Intermittent pneumatic compression prevents deep vein thrombosis, improves survival but not functional outcomes

The results of the CLOTS 3 trial showed that intermittent pneumatic compression ( IPC ) reduced the risk of deep vein thrombosis and improved survival in immobile patients with stroke. Intermittent …

Per iscriversi alla Newsletter Evidence Medicine

Coloro che sono GIA’ ISCRITTI ad altre Newsletter Xagena possono accedere al Pannello di Controllo al sito XagenaWeb.it inserendo l’indirizzo e-mail con il quale ricevono le Newsletter e la Password personale [ RIPORTATA IN FONDO A OGNI NEWSLETTER ]  E’ importante confermare la modifica cliccando sul tasto SALVA MODIFICA

FarmaExplorer.it :: Motore di Ricerca di Informazione sui Farmaci per i Medici

Sicurezza e attività della Lenalidomide e di Rituximab nel linfoma indolente non-trattato

I trattamenti standard per il linfoma non-Hodgkin indolente sono spesso tossici, e la maggior parte dei pazienti alla fine va incontro a recidive. La Lenalidomide ( Revlimid ), un agente immunomodulante, è efficace in monoterapia per il linfoma … Leggi

Ibrutinib migliora la sopravvivenza nella leucemia linfatica cronica o nel piccolo linfoma linfocitico: risultati dello studio RESONATE

I pazienti con leucemia linfatica cronica ( LLC ) o piccolo linfoma linfocitico (SLL) con una breve durata della risposta o con citogenetica avversa, hanno esiti sfavorevoli. I ricercatori hanno valutato l’efficacia di Ibrutinib ( Imbruvica ), un … Leggi

Imnovid per il mieloma multiplo: programma di prevenzione della gravidanza

Gli operatori sanitari sono stati informati in merito a importanti aspetti riguardanti l’uso clinico di Imnovid ( Pomalidomide ), che è stato recentemente autorizzato all’immissione in commercio in associazione a Desametasone per il trattamento … Leggi

Oligonucleotide antisenso del fattore XI per la prevenzione della trombosi venosa

Dati sperimentali hanno indicato che la riduzione dei livelli di fattore XI attenua la trombosi senza causare emorragia, ma il ruolo del fattore XI nella prevenzione della trombosi venosa postoperatoria nell’uomo è sconosciuto. FXI-ASO ( ISIS … Leggi

Eliquis, approvato nell’Unione Europea nel trattamento e prevenzione della trombosi venosa profonda e della embolia polmonare

La Commissione Europea ha approvato Eliquis ( Apixaban ) per il trattamento e la prevenzione della trombosi venosa profonda e della embolia polmonare negli adulti. L’approvazione del nuovo anticoagulante orale si è basata sui risultati degli … Leggi

Malattia ematologica Newsletter

Ematologia Notizie

Linfoma a cellule del mantello

CHOP e DHAP più Rituximab seguite da trapianto autologo di cellule staminali nel linfoma a cellule del mantello

Il trattamento del linfoma a cellule del mantello nei pazienti più giovani rimane una sfida. Sono stati riportati i risultati di uno studio di fase 2 con Citarabina ( Aractyn ) e Rituximab ( MabThera …
Leucemia mieloide cronica

Sicurezza ed efficacia a lungo termine di Imatinib mesilato negli anziani con leucemia mieloide cronica in fase cronica

Dati dai registri clinici indicano che l’età media dei pazienti con leucemia mieloide cronica ( CML ) è di 10-15 anni maggiore rispetto a quella delle sperimentazioni cliniche.È stato condotto uno stu …
Linfoma non-Hodgkin

Rituximab più Ciclofosfamide, Doxorubicina, Vincristina e Prednisolone nei pazienti con nuova diagnosi di linfoma non-Hodgkin diffuso a grandi cellule B

L’incremento di dose con una combinazione di Ciclofosfamide, Doxorubicina, Vincristina e Prednisolone ( CHOP ) ogni 2 settimane migliora gli esiti nei pazienti di età superiore a 60 anni con linfoma d …

Ematologia Notizie

Ematologia News

Radioimmunoterapia frazionata con Ibritumomab tiuxetan con Ittrio-90 come terapia iniziale del linfoma follicolare

Sono stati riportati i risultati di uno studio internazionale, multicentrico e di fase II condotto per valutare efficacia e tossicità di Ibritumomab tiuxetano con Ittrio-90 ( 90Y-IT; Zevalin ) come terapia iniziale del linfoma follicolare. Sono … Leggi

Risposta precoce con Dasatinib o Imatinib nella leucemia mieloide cronica: follow-up a 3 anni

È stato analizzato l’impatto delle prime risposte citogenetiche e molecolari sugli esiti dei pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica ( LMC-CP ) nello studio di fase 3 DASISION ( DASatinib versus Imatinib Study In treatment-Naive ) … Leggi

Panobinostat in associazione migliora la sopravvivenza libera da progressione nel mieloma multiplo

Lo studio PANORAMA 1, di fase III, ha mostrato che la combinazione del pan-inibitore dell’istone-deacetilasi ( HDAC ), Panobinostat ( LBH589 ) con Bortezomib ( Velcade ) e Desametasone ritarda la progressione della malattia di 3.9 mesi rispetto a … Leggi

Ematologia Newsletter

ALERT Ematologia !

Immunoterapia in Ematologia

L’approccio immuno-oncologico con inibizione del check-point immunitario ha dimostrato di trovare applicazione anche nei linfomi. Nel 2014, l’FDA ha concesso a Nivolumab ( Opdivo ) la designazione di Breakthrough Therapy nel trattamento del linfoma di Hodgkin dopo fallimento del trapianto autologo di cellule staminali e di Brentuximab Vedotin

Alto tasso di risposta con Nivolumab nel linfoma di Hodgkin classico recidivato o refrattario

L’immunoterapia con l’anticorpo anti-PD-1, Nivolumab ( Opdivo ), ha prodotto un tasso di risposta dell’87% in una coorte di pazienti con linfoma di Hodgkin classico recidivato o refrattario. I pazi …

Pembrolizumab mostra attività nel linfoma di Hodgkin classico non-responder a una precedente terapia

Il trattamento immunoterapico con Pembrolizumab ( Keytruda ) è risultato associato a un tasso di beneficio clinico dell’86% in una coorte di pazienti con linfoma di Hodgkin che avevano fallito una pre …

Altre News

Nilotinib associato a chemioterapia a bassa intensità nei pazienti anziani con leucemia linfoblastica acuta Ph+

L’aggiunta di Nilotinib ( Tasigna ) alla chemioterapia ha prodotto una migliore sopravvivenza globale in una coorte di pazienti anziani con leucemia linfoblastica acuta ( ALL ) Philadelphia-positiva ( …

Sotatercept allevia il burden di anemia nella sindrome mielodisplastica a basso rischio

Il trattamento con Sotatercept è risultato associato a una risposta ematologica con miglioramento eritroide e a una riduzione del carico trasfusionale nei pazienti anemici con sindrome mielodisplastic …

SAR650984 promettente nel mieloma multiplo refrattario o recidivante

Oltre il 60% dei pazienti pretrattati con mieloma multiplo recidivato o refrattario ha risposto al trattamento con l’anticorpo monoclonale SAR650984 più Lenalidomide e Desametasone. Ricercatori han …

Informazioni sulle Malattie ematologiche

Ematologia News

www.ematologia.it

Fattori di rischio clinici e genetici per pancreatite acuta nei pazienti con leucemia linfoblastica acuta. La pancreatite acuta è una delle cause più comuni di …

Ematologia – Farmaci – Xagena

ematologia.xagena.it/farmaci

L’introduzione dei farmaci immunomodulatori quali la Lenalidomide ( Revlimid ) in combinazione con Desametasone ( Len/Dex ) ha migliorato la …

Ematologia News

www.ematologia.net

Ematologia . Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. Iscrizione Free. News; Farmaci; Focus; … Farmaci ematologici :: Aggiornamento,

Ematologia – Farmaci – Xagena

www.xagena.it/news/e-ematologia_it_farmaci

Revlimid ( Lenalidomide ) è stato approvato nel trattamento dei pazienti con anemia trasfusione-dipendente da sindrome mielodisplastica a rischio basso …

Ematologia News

www.ematologia.it/?q=Leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T

Ematologia. Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. Iscrizione Free. … , Ematologia Newsletter, Aggiornamenti in Ematologia,

Farmaci – ematologia.net

www.ematologia.net/farmaci

Ematologia.net. Ematologia . Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. Iscrizione Free. News; Farmaci; Focus; … Notizie in Ematologia

Mieloma multiplo in progressione o recidivante … – Xagena

ematologia.xagena.it/farmaci/bc2ba6731122a2b539616c6929597d18.html

Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. Iscrizione Free. Mieloma multiplo in … Link: Ematologia.net Link: MedicinaNews.it, Newsletter Mieloma

Mieloma News

mieloma.net

Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. … La reversione della disfunzione renale influenza in modo significativo la prognosi del mieloma multiplo con ..

Emofilia: Aggiornamenti in Ematologia

Emofilia & altre patologie ematologiche

Albutrepenonacog alfa, è indicato per il trattamento e la profilassi delle emorragie in bambini e adulti affetti da emofilia B ( carenza congenita del Fattore IX ). Il regime terapeutico approvato contempla l’impiego del farmaco come terapia on-demand ( al bisogno ) per il controllo e la prevenzione degli episodi emorragici, nella gestione del sanguinamento perioperatorio ( prima, durante e dopo l’intervento chirurgico ) e nella profilassi di routine finalizzata alla prevenzione degli episodi emorragici. Albutrepenonacog alfa non è indicato come trattamento di induzione dell’immunotolleranza in pazienti con emofilia B ed è controindicato nei pazienti che abbiano manifestato reazioni da ipersensibilità potenzialmente fatale al prodotto o a suoi componenti, ivi incluse proteine di criceto.
Albutrepenonacog alfa nasce allo scopo di prolungare l’emivita del Fattore IX ricombinante mediante fusione con albumina ricombinante.
La Commissione Europeaha concesso ad Albutrepenonacog alfa lo status di farmaco orfano ( status concesso a trattamenti che risultino sicuri ed efficaci, per la prevenzione o diagnosi di malattie rare, potenzialmente fatali o cronicamente debilitanti, che non colpiscano più di 5 persone su10.000 intutta Europa ). ( Xagena )

 

Quadro clinico ed epidemiologia dell’emofilia – Xagena

https://xagena.it/news/e-malattierare_it…/3d33f9e27159690bdb292746f9e1db8d.html

L’emofilia è una malattia, congenita ed ereditaria, del sangue, in cui vi è una produzione ridotta o assente di alcuni fattori plasmatici della coagulazione ( fattore VIII nell’emofilia A e fattore IX nell’emofilia B ). La gravità dell’emofilia dipende dal tipo di difetto genetico e quindi dal grado di mancanza del fattore della …

Sintomi, diagnosi e terapia di emofilia A ed emofilia B – Xagena

https://xagena.it/news/e-malattierare_it…/e7a493b9b2145a9a61cbd4a62c12b171.html

L’emofilia è una malattia congenita ed ereditaria, che consiste nella mancanza o nella carenza di una proteina della cascata coagulativa del sangue, ( fattore VIII per l’emofilia A, e fattore IX per l’emofilia B ), fondamentale nei processi di coagulazione. I due tipi di emofilia più conosciuti sono l’emofilia A e l’emofilia B.

Emofilia: il 5-7% dei pazienti trattati con fattori ricombinanti può …

https://xagenasalute.it/…/emofilia-il-5-7-dei-pazienti-trattati-con-fattori-ricombinanti-p…

Emofilia: il 5-7% dei pazienti trattati con fattori ricombinanti può sviluppare anticorpi neutralizzanti, una complicanza rara ma grave. In occasione … contro il farmaco. Emicizumab è un anticorpo che si lega a ponte fra il fattore IX e X, imitando il ruolo del fattore VIII. ( Xagena Medicina ) Fonte: World Hemophilia Day, 2017

Emofilia A acquisita: il Fattore VIII di origine porcina … – Xagena Salute

https://xagenasalute.it/…/emofilia-a-acquisita-il-fattore-viii-di-origine-porcina-associat…

L’emofilia A acquisita è una malattia ultra-rara che colpisce 1.5 persone su 1 milione. Una patologia poco conosciuta e potenzialmente letale, che colpisce silenziosamente anziani e donne post-partum, con una mortalità legata alla patologia che arriva fino al 22% dei casi. Contro le gravi manifestazioni emorragiche ed …

Emicizumab, risultati positivi dallo studio HAVEN 1 nei pazienti con …

https://www.medicinanews.it/…/emicizumab-risultati-positivi-dallo-studio-haven-1-nei…

L’anticorpo monoclonale Emicizumab ha raggiunto l’endpoint primario nello studio HAVEN 1: nei soggetti con emofilia A e inibitori del fattore VIII. … Nessuno degli eventi tromboembolici ha necessitato di terapia anticoagulante e un paziente ha ripreso il trattamento con Emicizumab. ( Xagena ) Fonte: Roche, 2017

Fattore VIII e anticorpi neutralizzanti nella emofilia A | Ematologia

https://ematologia.net/articolo/fattore-viii-e-anticorpi-neutralizzanti-nella-emofilia-a

Lo sviluppo di alloanticorpi neutralizzanti anti-Fattore VIII ( inibitori ) in pazienti con grave emofilia A può dipendere dal concentrato utilizzato per la terapia sostitutiva. È stato condotto uno studio randomizzato per valutare l’incidenza di inibitori del Fattore VIII tra i pazienti trattati con il Fattore VIII plasma-derivato contenente …

Terapia genica per la emofilia B con una variante del fattore IX a …

https://www.biomedicina.net/…/terapia-genica-per-la-emofilia-b-con-una-variante-del-…

Terapia genica per la emofilia B con una variante del fattore IX a elevata attività specifica. La prevenzione del sanguinamento con livelli adeguatamente sostenuti di fattore di coagulazione, dopo un singolo intervento terapeutico e senza la necessità di ulteriori interventi medici, rappresenta un obiettivo importante nel …