Cardiologia Notizie

 

 

News Cardiologia

Differenze tra i beta-bloccanti nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica e broncopneumopatia cronica ostruttiva

Uno studio ha determinato gli effetti respiratori, emodinamici e clinici del passaggio da beta-bloccanti beta1-selettivi e beta-bloccanti non-selettivi nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica e con broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO …

Sostituzione della valvola aortica: la tecnica TAVI rischiosa e costosa

La rapida diffusione dell’impianto della valvola aortica transcatetere ( TAVI ) in Europa non è giustificata dall’evidenza clinica, secondo un articolo pubblicato su BMJ ( British Medical Journal ).Hans Van Brabandt e colleghi del Belgian Health Care Knowledge Center di Bruxelles, hanno condotto una valutazione delle tecnologie sanitarie e hanno concluso che il si […]

Benefici di sopravvivenza a 3 anni con la valvola cardiaca transcatetere Sapien

Sono stati presentati i risultati a 3 anni dello studio PARTNER ( Coorte B ), che ha mostrato benefici per i pazienti con grave stenosi aortica non-operabili, sottoposti a sostituzione valvolare per via transcatetere ( TAVR ) con valvola Sapien.La mortalità per qualsiasi causa a 3 anni nei pazienti sottoposti a TAVR è risultata pari al 54.1%, contro l’80.9% […]

Trattamento antipertensivo e sviluppo di insufficienza cardiaca nell’ipertensione

E ‘ancora in discussione se ci siano differenze tra le varie strategie anti-ipertensive nella prevenzione dell’insufficienza cardiaca.Sono stati selezionati studi randomizzati e controllati pubblicati dal 1997 al 2009 in riviste indicizzate in … 

Determinanti e conseguenze delle variazioni della funzionalità renale con terapia bloccante l’aldosterone nei pazienti con scompenso cardiaco dopo infarto miocardico

E’ stato valutato l’effetto dell’antagonista selettivo dei recettori mineralcorticoidi Eplerenone ( Inspra ) sulla funzione renale, e l’interazione tra i cambiamenti della funzione renale e i successivi esiti cardiovascolari nei pazienti con insufficienza cardiaca e disfunzione sistolica ventricolare sinistra dopo un infarto miocardico acuto nello studio EFESO ( Eplerenone Post-Acute Myoc […]

Studio PARAMOUNT: LCZ696, il capostipite della classe ARNI, riduce NT-proBNP in misura maggiore rispetto a Valsartan nella insufficienza cardiaca con frazione di eiezione preservata

PARAMOUNT ( Prospective comparison of ARNI with ARB on Management Of heart failUre with preserved ejectioN fraction ) è uno studio di fase II, randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco, che ha valutato l’efficacia e la … 

Dubbi sull’effetto cardioprotettivo dei beta-bloccanti

Secondo uno studio osservazionale, i beta-bloccanti possono non ridurre il rischio di un secondo infarto miocardico; in alcuni pazienti questi farmaci appaiono aumentare il rischio di eventi coronarici.Nei pazienti con una storia di infarto del miocardio, l’endpoint primario del tasso composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico non-fatale, ictus non-fatale, non &egr […]

Forame ovale pervio: deludenti i risultati di Amplatzer PFO Occluder nella riduzione del rischio di ictus

Due studi randomizzati che hanno valutato la capacità del dispositivo Amplatzer PFO Occluder di ridurre la recidiva di ictus nei pazienti con forame ovale pervio ( PFO ) non hanno raggiunto gli endpoint primari.Nello studio RESPECT, che ha arruolato 980 pazienti con precedente ictus criptogenico, l’analisi intent-to-treat ha raggiunto una significatività st […]

Report IQWiG: Prasugrel appare più efficace di Clopidogrel nel ridurre gli infarti miocardici non-fatali, ma sembra essere associato a un maggior danno

Gli antiaggreganti piastrinici Clopidogrel ( Plavix ) e Prasugrel ( Efient ), oltre ad Acido Acetilsalicilico ( ASA, Aspirina ), sono prescritti nei pazienti con malattia coronarica al fine di prevenire la formazione di trombi. Un Istituto di ricerca tedesco IQWiG ( German Institute for Quality and Efficiency in Health Care ) ha valutato i vantaggi della combinazione di Acido […]

Trattamento con Losartan versus Candesartan e mortalità tra i pazienti con insufficienza cardiaca 

Si pensa che il beneficio dei bloccanti del recettore dell’angiotensina II ( sartani ) nello scompenso cardiaco sia un effetto di classe, ma nessuno studio randomizzato ha confrontato in modo diretto ( testa-a-testa ) i singoli … 

Studio INSTANT: Eptifibatide nei pazienti con malattia coronarica diffusa sottoposti a impianto di stent a rilascio di farmaco

Il regime ottimale antiaggregante nei pazienti elettivi sottoposti a complessi interventi coronarici percutanei ( PCI ) non è ben definito.Lo studio INSTANT ( INtegrilin plus STenting to Avoid myocardial Necrosis Trial ) ha valutato l’impatto della inibizione della glicoproteina IIb/IIIa ( GPIIb/IIIa ) con Eptifibatide ( Integrilin ) in soggetti clinicamente stabili con […]

Serelaxina nel trattamento dello scompenso cardiaco in fase acuta

I risultati dello studio di fase III hanno mostrato che il farmaco sperimentale Serelaxina ( RLX030 ) ha ridotto la mortalità per qualsiasi causa nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta.Lo studio RELAX-AHF a 6 mesi ha mostrato che la Serelaxina riduce il numero di decessi nei pazienti con questa malattia, che ha un tasso di mortalità superiore a quello dell […]

Precedente Dermatologia Notizie Successivo Medicina News by Xagena