Farmaci & Farmacologia Newsletter

ALERT Farmaci !

Top News / American Society of Nephrology – ASN Kidney Week: Rischio di malattia renale cronica con l’assunzione dei farmaci antiacidi ( inibitori della pompa protonica )

Farmaci per il reflusso acido: gli inibitori della pompa protonica possono aumentare il rischio di malattia renale cronica

Gli inibitori della pompa protonica ( PPI ), una classe di farmaci che trovano indicazione nel trattamento del reflusso acido e di altre condizioni gastrointestinali acido-correlate, può aumentare il …

Focus On: Rischio cardiovascolare & Farmaci antinfiammatori

I pazienti con cardiopatia ischemica, malattia cerebrovascolare, insufficienza cardiaca congestizia e/o i soggetti con fattori di rischio per le malattie cardiovascolari dovrebbero evitare di assumere Ibuprofene ad alti dosaggi

Farmaci anti-infiammatori non-steroidei: Ibuprofene per os ad alto dosaggio associato a rischio di infarto miocardico e di ictus

L’Ibuprofene è un farmaco antinfiammatorio non-steroideo ( FANS ) utilizzato per trattare il dolore, abbassare la febbre, e alleviare l’infiammazione. Una revisione sulla sicurezza dell’Ibuprofene ..

Focus On: Ipertensione arteriosa polmonare

Studio AMBITION: Ambrisentan associato a Tadalafil come terapia di prima linea per il trattamento dell’ipertensione polmonare arteriosa

Sono stati presentati i risultati dettagliati dello studio AMBITION ( AMBrIsentan and Tadalafil in patients with pulmonary arterial hypertensION ). Nello studio AMBITION la terapia combinata a base …

News Farmaci

Sicurezza ed efficacia di Idarucizumab per l’inversione dell’effetto anticoagulante di Dabigatran

Idarucizumab ( Praxbind ) è un frammento di un anticorpo monoclonale che si lega con elevata affinità a Dabigatran in un rapporto 1:1 molare. E’ stata studiata la sicurezza, la tollerabilità e l’e …

Malattia di Crohn: più della metà dei pazienti ha presentato risposte cliniche dopo sei settimane di trattamento con Ustekinumab

Uno studio multicentrico di fase 3 ha mostrato che l’anticorpo monoclonale Ustekinumab ( Stelara ) è grado di indurre in modo risposta clinica e remissione in una coorte di pazienti con malattia di C …

Diabete mellito di tipo 2 – Inibitori SGLT2: i benefici sono superiori al rischio di chetoacidosi diabetica

Gli inibitori SGLT2 ( cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) dovrebbero continuare ad essere assunti dai pazienti con diabete mellito, in linea con le attuali raccomandazioni dell’American Asso …

Studio SURVET: Sulodexide riduce il rischio di recidiva di tromboembolismo venoso

Per i pazienti che per la prima volta vanno incontro a tromboembolismo venoso non-provocato ( TEV ), Sulodexide ( Vessel ) per os può ridurre le future riacutizzazioni senza causare gravi complicanze. …

Eli Lilly ha terminato lo sviluppo di Evacetrapib, un inibitore di CETP, nella malattia cardiovascolare aterosclerotica ad alto rischio

Eli Lilly ha accettato la raccomandazione del Data Monitoring Committe e ha deciso di terminare lo sviluppo di Evacetrapib, per il quale era in corso un ampio studio di fase III. Il motivo è da ricerc …

Farmacovigilanza

Warning dell’FDA: rischio di fratture con Canagliflozin, un farmaco per il diabete appartenente alla classe degli inibitori SGLT2

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha rafforzato il Warining ( avvertenza ) per Canagliflozin ( Invokana, Invokamet ) riguardo al maggiore rischio di fratture ossee. La sezione Adverse Reaction …

FarmaExplorer.it :: Motore di Ricerca Farmacologico per i Medici

Farmacoterapia per il dolore neuropatico negli adulti

I trattamenti con nuovi farmaci, gli studi clinici e gli standard di qualità per la valutazione degli studi giustificano un aggiornamento delle raccomandazioni basate sull’evidenza per il trattamento farmacologico del dolore neuropatico. … Leggi

Effetto della supplementazione di Vitamina-D sulla progressione del dolore al ginocchio e sulla perdita di volume della cartilagine nei pazienti con osteoartrosi sintomatica

L’osteoartrosi del ginocchio, una malattia della cartilagine e del osso periarticolare, è un problema di salute pubblica, senza trattamenti medici efficaci. Alcuni studi hanno suggerito che la Vitamina-D possa proteggere contro la progressione … Leggi

Tapentadolo nella gestione del dolore da cancro

Uno studio prospettico, in aperto, effettuato presso l’Unità di terapia del dolore dell’ospedale La Maddalena di Palermo ( Italia ), ha valutato l’efficacia e la tollerabilità del Tapentadolo ( Palexia ) nella gestione del dolore oncologico.Lo … Leggi

Xagena Forum :: Oncologia

Inibitori del checkpoint immunitario nel trattamento del tumore del polmone non-a-piccole cellule

Mentre i vaccini hanno il compito di stimolare la risposta immunitaria specifica per un antigene tumorale, gli inibitori del checkpoint immunitario hanno il compito di eliminare le limitazioni alla maggior parte delle risposte immunitarie mediate dalle cellule T. Tuttavia, questo meccanismo d’azione presenta il rischio di indurre reazioni immuno-correlate. Le vie CTLA-4 ( cytotoxic T-lymphocyte-associated antigen-4 ) e PD-1 ( programmed cell death protein-1 ) sono due delle numerose vie di checkpoint immunitario che svolgono un ruolo critico nel controllo delle risposte immunitarie delle cellule T. È stata compiuta una revisione della attività degli inibitori del checkpoint immunitario nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ). ( CONTINUA )

Precedente Diabete mellito Newsletter Successivo Ginecologia Newsletter